Allevare i pesci rossi in bocce ed ampolle di vetro è stata un’usanza molto diffusa, e, purtroppo, non ancora del tutto superata. Non c’è infatti nulla di più sbagliato!
La classica boccia di vetro, infatti, presenta solo svantaggi per i poveri pesciolini, dunque è una soluzione che deve necessariamente essere messa da parte prima di acquistare i nuovi ospiti.

La ragione principale per cui è assolutamente sconsigliabile optare per l’ampolla è che la superficie di contatto con l’aria dell’acqua, cioè l’unica fonte da cui i pesci traggono ossigeno, è eccessivamente ristretta.

Spesse volte, quando mi è capitato di spiegare questa cosa a chi ancora, purtroppo, tiene i pesci rossi in questo modo, mi è stato risposto “ma tanto la boccia è grande”; anche questo è un grosso equivoco.

La conformazione della boccia, infatti, la rende inadatta ad ospitare dei pesci a prescindere dal suo litraggio, in quanto in ogni caso la superficie di contatto con l’aria è insufficiente rispetto alla massa d’acqua contenuta; anche una boccia da 1000 litri non potrebbe fornire il giusto apporto d’ossigeno per i suoi ospiti.

Non è un caso se i pesci ospitati, loro malgrado, nelle bocce di vetro vengono spesso in superficie a boccheggiare; per evitare che lo facciano, bisognerebbe cambiare l’acqua almeno una volta al giorno, ed il che è assolutamente sconsigliabile per svariate ragioni.

Inoltre, c’è da aggiungere, la forma dell’ampolla risulta poco funzionale, dal momento che non ottimizza gli spazi (una vasca, occupando lo stesso spazio, garantirebbe un litraggio ben superiore), e soprattutto scomoda per i pesci, i quali vedono ristretta l’area in cui è possibile nuotare e si vedono rinchiusi in uno spazio dalla forma decisamente innaturale, di cui probabilmente faranno fatica anche a riconoscerne i confini.

Inutile dire (almeno, si spera!) che il pesce rosso andrebbe ospitato in un acquario almeno di medie dimensioni, regolarmente dotato di filtri, termostato ed illuminazione; tuttavia, se proprio non si vogliono spendere pochi euro per questo acquisto fondamentale, bisogna necessariamente optare per una vasca, o comunque per un recipiente che garantisca una superficie di contatto con l’aria uguale o maggiore rispetto a quella della base.

Sperando che questo storico abbinamento boccia-pesce rosso cada finalmente nel dimenticatoio, se vi va raccontatemi un pò le vostre esperienze.. sperando non siano troppo negative!